Andrea Molino

Andrea Molino


Compositore e direttore d’orchestra. Nato a Torino, ha studiato a Torino, Milano, Venezia, Parigi e Friburgo. Vive a Parigi e Zurigo.

Con la Pocket Opera Company di Norimberga ha realizzato tra l’altro the smiling carcass (1999) e Those Who Speak In A Faint Voice (2001), sul tema della pena di morte (in collaborazione con Oliviero Toscani), primi esempi del suo interesse verso un teatro musicale innovativo e multimediale.

Direttore artistico di Fabrica Musica dal 2000 al 2006, ha realizzato una serie di ambiziosi progetti interdisciplinari. CREDO, sul tema dei conflitti etnici e religiosi, ha debuttato nel 2004 allo Staatstheater Karlsruhe ed è stato poi presentato alla Stazione Termini di Roma per il Summit dei Premi Nobel per la Pace; nel 2005 ha inaugurato il Queensland Music Festival a Brisbane, in Australia. WINNERS ha debuttato nel 2006 al Brisbane Festival per poi essere presentato in prima europea a Parigi al Centre Pompidou.

La prima del concerto scenico multimediale un Temps vécu, ou qui pourrait l’être ha avuto luogo nel 2008 presso Le Fresnoy, a Lille, dove è stato “Artiste Invité”. Nel 2009 ha progettato il Festival The Garden Of Forking Paths per il World Venice Forum; alla Basilica dei Frari ha diretto l’Orchestra della Fenice nel suo concerto multimediale Of Flowers And Flames. La prima di Three Mile Island è avvenuta nel 2012 allo ZKM a Karlsruhe (Music Theatre Now Award 2013); la prima italiana è seguita al Teatro India a Roma. La sua ultima opera, – qui non c’è perché –, su libretto di Giorgio van Straten, è andata in scena al Teatro Comunale di Bologna nell’aprile 2014 ed è stata ripresa a maggio 2015 a deSingel di Anversa per Vlaamse Opera (Opera XXI Festival).

Come direttore d’orchestra ha recentemente diretto Wozzeck di Berg con la regia di William Kentridge e Il Naso di Sostakovic con la regia di Barrie Kosky per Opera Australia alla Sydney Opera House, Kròl Roger di Szymanowski all’Opera Reale di Stoccolma produzione di Mariusz Trelinski , un programma Mahler-Messiaen-Strauss alla Hamer Hall di Melbourne con Thomas Hampson e la Melbourne Symphony Orchestra e Carmen al Théâtre du Capitole di Tolosa. Per Opera Australia aveva già diretto tra l’altro Kròl Roger con la regia di Kasper Holten (Green Room Award 2018), Carmen, Tosca e La Bohème (Gala di Capodanno 2015 alla Sydney Opera House), Macbeth e Un Ballo in Maschera (con la regia di Àlex Ollé – La Fura dels Baus). Al Teatro La Fenice di Venezia ha inaugurato la stagione sinfonica 2010 con la prima mondiale del Requiem di Bruno Maderna; a Venezia aveva inaugurato la Biennale Musica 2005 con Surrogate Cities di Goebbels e diretto le prime mondiali delle opere Signor Goldoni di Mosca e Il Killer di Parole di Ambrosini e Pennac.

Ha diretto l’Orchestra del Maggio Fiorentino, l’Orchestre Philharmonique de Bruxelles, la Badische Staatskapelle Karlsruhe, i Bochumer Symphoniker, i Dresdner Sinfoniker (tra l’altro con aghet, dedicato al genocidio armeno), la Melbourne Symphony Orchestra, la Queensland Symphony Orchestra, la BBC SSO di Glasgow, la Royal Swedish Orchestra, l’Orchestre National du Capitole de Toulouse, il Klangforum Wien tra l’altro all’Edinburgh International Festival, Konzerthaus di Vienna, Sydney Festival, Berliner Festspiele alla Philharmonie di Berlino, Queensland Music Festival, Brisbane Festival, Opera House di Pechino, Teatro Comunale di Bologna, Teatro dell’Opera di Roma, Opéra National de Nancy, Staatstheater Darmstadt, RomaEuropa Festival, Schauspielhaus di Zurigo, Biennale di Zagabria, Musik der Jahrhunderte a Stoccarda, Biennale di Zagabria, Festspielhaus Hellerau a Dresda.

Le sue registrazioni sono pubblicate in CD e DVD tra l’altro da Stradivarius, Milano, ECM, Monaco, Naïve, Parigi e ABC Classics, Sydney. Le sue composizioni sono pubblicate da RAI Com, Nuova Stradivarius e Ricordi.

Link

Sito del maestro Molino: www.andreamolino.net

Blog  “Qui non c’è perchè”

 

 

 

Composte da Andrea Molino