Lucio Gregoretti

Lucio Gregoretti


E’ nato a Roma nel 1961.  Ha composto opere di teatro musicale, musica sinfonica e da camera, musica elettroacustica.

Le sue opere teatrali sono state commissionate e rappresentate in prima assoluta da varie istituzioni tra le quali il Teatro Massimo di Palermo (2011), il Teatro dell’Opera di Roma (2009), il Teatro Gaetano Donizetti di Bergamo (2005), l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (Roma, Teatro Valle, 1999), il Teatro Sociale di Rovigo (1996); e inoltre il Festival Nuovi Spazi Musicali ad Ascoli Piceno (2014), l’Associazione In Canto di Terni (2013), il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto (2012), l’Associazione Roma Sinfonietta (2007); altre edizioni delle stesse opere sono state realizzate dal Theater Münster (Germania, 2013), dal Piccolo Festival del Friuli Venezia Giulia (2008), dall’Istituzione Sinfonica Abruzzese (L’Aquila, 2007), dai Solistes Européens Luxembourg (2006) e dal Teatro Massimo di Palermo (2000).

I suoi lavori non operistici sono stati commissionati ed eseguiti da numerose istituzioni tra le quali l’Accademia Nazionale di Santa Cecilia (Roma, 2015 e 2008), l’Accademia Filarmonica Romana (2014),  il Kulturring Heilbronn (Germania, 2014), l’Orchestra della Toscana ORT (Firenze, 2012), la Fondazione Pergolesi Spontini (Jesi, 2011), l’Associazione Nuova Consonanza (Roma 2011, 2010 e 2007), i Seattle Chamber Players (2010), la Unerhörte Musik im BKA (Berlino, 2009) la Nuova Orchestra Scarlatti (Napoli, 2007); e sono abitualmente presenti nei principali festival e rassegne internazionali di musica contemporanea.

Nel marzo 2013 l’ensemble Music from Copland House di New York ha tenuto un concerto incentrato sulle sue composizioni da camera che comprendeva anche il brano Richiami presentato in prima assoluta; nel maggio 2013 il gruppo Compania Ensemble für Neue Musik gli ha dedicato un concerto monografico a Colonia; nel marzo 2012 il Gruppo Strumentale Musica d’Oggi gli ha dedicato un concerto monografico a Roma.

I suoi lavori sono editi da Rai Trade e Suvini Zerboni.

Un particolare interesse all’interazione della musica con le arti visive lo ha portato a comporre brani direttamente riferiti ad opere d’arte (come Looking up, del 2009, correlato ad una scultura di Ilya Kabakov) e musiche per video d’arte, sonorizzazioni di spazi e installazioni sonore, in collaborazione con diversi artisti tra i quali Vittorio Pavoncello, Beatrice Pediconi, Edith Urban.

Si è sempre dedicato intensamente anche alla composizione di musica applicata al teatro e al cinema, ambito nel quale ha composto commedie musicali, musiche di scena per il teatro di prosa e colonne sonore per film per un totale di circa un centinaio di produzioni. Particolarmente apprezzate le colonne sonore recentemente composte per film dei registi Pupi Avati, Margarethe von Trotta e Lina Wertmüller.

Ha preso parte a numerose giurie internazionali per l’assegnazione di borse di studio e di premi in concorsi di composizione, ha tenuto conferenze sulla propria musica in Italia, in Germania e negli USA, è stato professore di composizione presso vari conservatori italiani, è membro della European Film Academy e presidente dell’associazione Nuova Consonanza di Roma.

Lucio Gregoretti ha studiato al Conservatorio di S. Cecilia a Roma dove è stato allievo di Bruno Cagli per la storia della musica e si è diplomato in composizione con Mauro Bortolotti. Ha seguito seminari di composizione con Luciano Berio e Ennio Morricone, e ha studiato direzione d’orchestra con Franco Ferrara e Giampiero Taverna. Ha ottenuto borse di studio ed è stato Composer-in-Residence presso varie istituzioni internazionali tra le quali le Künstlerhäuser Worpswede in Germania, la Sacatar Foundation a Salvador Bahia in Brasile, The MacDowell Colony e la Aaron Copland House negli USA; esperienze che sono state fondamentali per maturare una conoscenza degli ambienti culturali e dei meccanismi di produzione musicale internazionali.